26-27 gennaio 2019

FOOD PHOTOGRAPHY

CINQUE SENSI DA INQUADRARE

WORKSHOP CON MARCO VAROLI

ARGOMENTI AFFRONTATI E OBIETTIVI

Più che semplice nutrimento, il cibo è un’esperienza sensoriale. Nella filosofia di Marco Varoli, la fotografia rappresenta la simbiosi tra creazione culinaria e identità del suo artefice, e in quanto tale ha la capacità di raccontare storie, luoghi, culture, persone. Questo workshop mostrerà il potenziale espressivo della fotografia e le varie tecniche con cui raccontare al meglio un piatto, esaltando le textures e i cromatismi che lo rendono il protagonista di una storia.

Il workshop vedrà la partecipazione di Martina Liverani, giornalista e fondatrice di Dispensa Magazine: il suo intervento, che si terrà durante la prima giornata di corso, illustrerà tecniche, stili e accorgimenti di scrittura che possono fare la differenza in racconto gastronomico.

PROGRAMMA

1° Giorno

  • Introduzione
  • Breve lettura portfolio dei partecipanti
  • Analisi di alcuni case history e di progetti advertising, editoriali e web
  • Gli strumenti – Come scegliere l’attrezzatura più idonea
  • Pianificazione del set
  • Elementi di illuminazione nella fotografia di food
  • Le opportunità dell’uso del flash o della luce ambiente rapportate a ciascuna situazione

 

2° Giorno

  • Sessione pratica – I partecipanti saranno divisi in piccoli gruppi di lavoro. Nel corso della mattina avranno la possibilità di lavorare all’allestimento di un set e di fotografare alcuni piatti preparati per l’occasione da uno chef professionista in sede. Il docente sarà a disposizione per assistere durante tutte le fasi di preparazione allo scatto.
  • Dimostrazione pratica dell’utilizzo di diverse tecniche di illuminazione
  • Focus stacking e scatto cablato
  • Postproduzione – Elementi di Capture One
  • Postproduzione – Elementi di Photoshop con alcune tecniche di fotoritocco (maschere avanzate, color grading)
QUANDO
26-27 GENNAIO 2019

16 ore di lezione frontale in aula e prove pratiche in esterni.

 

ORARIO

SABATO: 09.00-18.00

DOMENICA: 09.00-18.00

 

Ogni giorno è prevista un’ora di pausa pranzo intorno alle 13:00, con buffet offerto in sede da Universo Foto.

COSTO
€ 390 (comprensivi di tessera associativa ordinaria per l’anno 2019)

 

Sono previsti sconti per 2 soci TAU Visual. Per verificare la disponibilità di posti invitiamo a scriverci una mail allegando la scansione della tessera TAU Visual attualmente attiva. Verrete ricontattati con le istruzioni per l’iscrizione.

ATTREZZATURA NECESSARIA

  • Macchina fotografica digitale
  • Cavalletto
  • Chiavetta USB
  • Laptop con cui elaborare le fotografie possibilmente con il programma Capture One installato
  • Tavoletta grafica
  • Blocco per appunti

N.B.: nel caso non si disponesse di un computer portatile, del programma Capture One e/o della tavoletta grafica si prega di avvertire per tempo in modo da organizzare una postazione in sede

CONOSCENZE TECNICHE RICHIESTE
Il workshop è rivolto a fotografi professionisti con già una buona conoscenza delle tecniche fotografiche e di postproduzione.
PARTECIPANTI
Num. massimo: 12
SEDE
Via Ponte all’asse, 2 – Sesto Fiorentino [FI] presso Universo Foto

 

COME RAGGIUNGERE LA SEDE:

  • IN AUTO: Dall’autostrada A1 uscire a Firenze Nord > immettersi sulla A11 in direzione Firenze/Firenze Centro/Aeroporto > uscire a Sesto Fiorentino > seguire indicazioni per Firenze – Campi Bisenzio ed entrare in via del Cantone. Proseguire in via Lucchese e infine svoltare a sinistra in via del Ponte all’Asse. Dall’autostrata A11 uscire a Sesto Fiorentino > seguire indicazioni per Firenze – Campi Bisenzio ed entrare in via del Cantone. Proseguire in via Lucchese e infine svoltare a sinistra in via del Ponte all’Asse. La sede dispone di parcheggio privato.
  • IN AUTOBUS: È possibile raggiungere la sede in autobus dal centro di Firenze, con la linea 17, effettuando un cambio sulla linea 30 alla fermata Pierluigi da Palestrina in via delle Porte Nuove. La fermata “Casa Bianca” in via Lucchese dista un paio di minuti a piedi dalla sede di Toscana Foto Service. Consigliamo di accertarsi che gli orari delle linee siano compatibili con gli orari del workshop.

DOVE DORMIRE
Alcune strutture (da prenotarsi autonomamente) che si trovano nelle vicinanze della sede dei workshop:

 

HOTEL IBIS

[Via Volturno,5 – Osmannoro – Sesto Fiorentino]


HOTEL NOVOTEL

Via Tevere 23– Osmannoro – Sesto Fiorentino

I workshop sono riservati ai soci di Fucine Collettive. Le iscrizioni saranno valide in base all’ordine di arrivo e sono aperte sino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti.

Per ulteriori informazioni chiamaci al numero +39 3917624626, scrivici a foto@fucinecollettive.org o compila il form sottostante.

MARCO VAROLI

Nato a Varese, vive e lavora a Milano dove nel 2015 ha fondato con un collega lo studio fotografico Oak Seed Studio.

La sua passione per la fotografia è iniziata con lo sport, praticando lo snowboard. E’ in quest’ambito che ha cominciato a scattare e a collaborare con riviste, marchi e scuole di snowboard. Nel 2012 si è iscritto al Master di Fotografia presso l’Istituto Europeo del Design (IED) dove ha concentrato la sua attenzione sulla food photography e sullo still life, attratto dall’uso molto specifico delle luci e dei set.

Nel 2016 Wood*ing – Wild food lab gli commissiona le fotografie per il volume “Wild Mixology”, uscito lo stesso anno per Mondadori. Suo è anche il progetto personale fotografico Idfood, che esplora la simbiosi tra la creazione culinaria e l’identità dello chef che si racconta nel piatto.

Ispirato dalla bellezza del cibo, dalla sua forza di trasmettere storie su persone, luoghi e culture, il mio stile è definito da ambientazioni essenziali, composizioni pulite, l’esaltazione delle textures e dei cromatismi offerti dai soggetti. “Fare il fotografo per me è una sfida con me stesso, che continua ogni giorno, ad ogni diverso lavoro”.

www.marco-varoli.com

MARTINA LIVERANI

Autrice e giornalista pluripremiata, ha fondato e dirige la testata Dispensa (eletta rivista dell’anno 2016). Appassionata di cibo, viaggi, editoria e tradizioni artigianali nell’era digitale, lavora e vive in una piccola cittadina tra il mare Adriatico e le montagne dell’Appennino.

Ha scritto articoli, recensioni e reportage per Vogue Italia, Monocle, Casa Vogue, Casa Viva, How to Spend it, Living – Corriere della Sera, V&S, Vanity Fair, Huffington Post, Identità Golose, Gambero Rosso, Case & Country, La Cucina Italia, Sale & Pepe, Pagina 99, Dissapore, Artribune, We-Women for Expo.

Tra i suoi libri: 10 Ottimi motivi per non cominciare una dieta (Laurana, 2012); Manuale di cucina sentimentale (Baldini & Castoldi, 2013); Storie di Farina (2015); Storie di Donne e Cibo (2015); Storie di Tempo (2016)